Sondaggio Quaeris: Pedicini sindaco. Chiara Mio prima nel centro-sinistra

Sondaggio Quaeris: Pedicini sindaco. Chiara Mio prima nel centro-sinistra.

Vi proponiamo una rassegna di articoli della stampa a commento dell’indagine condotta da Quaeris sul clima pre-elettorale a Pordenone in vista delle prossime elezioni amministrative.

Verso il voto in Comune. L’istituto di ricerca Veneto committente e acquirente di un rilevamento su 404 pordenonesi

di MARTINA MILIA

Giuseppe Pedicini resta il preferito a centro destra, anche se perde punti rispetto a due mesi fa, Chiara Mio batte i colleghi Mazzer e Zanolin a centro sinistra. A dirlo non è la sfera di cristallo ma la Quaeris, società di ricerca veneta che cerca di scovare l’identikit del dopo Bolzonello prima dei partiti.

Il sondaggio (committente e acquirente sono proprio la società veneta), a differenza di quello pubblicato a novembre dallo stesso istituto in cui il nome di Pedicini superava nelle preferenze quello di De Anna (il campione era appena di 260 persone), incorona Pedicini “sindaco” ideale anche sul candidato avversario. Il più gradito a centro sinistra? L’assessore Chiara Mio.

La rilevazione è stata fatta telefonicamente il 13 e 14 gennaio e ha come campione 404 persone: 46,9 per cento uomini, 53,1 per cento donne. Al campione, differenziato per età e titolo di studio (in questo caso prevalgono i diplomati con il 51,9 per cento e quanti hanno licenza media con il 34,6 per cento), è stato chiesto prima di tutto se sia a conoscenza delle votazioni che si terranno a primavera (86,8 per cento sì ma il 15,2 per cento non lo sa) e se sappia già per quale schieramento votare.

In questo caso l’81,7 per cento ha le idee chiare, mentre alla domanda “Lei sa già chi votare come sindaco?” uno su due ha rispetto affermativamente. A questo 54,9 per cento (circa 200 persone) sono stati sottoposti tre candidati di centro destra e tre di centro sinistra.
Alla domanda “Chi sarebbe il miglior candidato per il centrodestra”, Giuseppe Pedicini guadagna il 39 per cento, Manlio Contento il 28 per cento, Franco Dal Mas il 18,6 per cento. Il 14,4 per cento del campione non sa.

Il tris di nomi del centro sinistra sottoposti agli intervistati è formato invece da Chiara Mio (35,4 per cento), Renzo Mazzer (29,7 per cento), Giovanni Zanolin (27,9 per cento). Il 7 per cento non risponde.

Il sondaggio si conclude con la domanda: “Tra Chiara Mio e Giuseppe Pedicini chi sarebbe il miglior sindaco per Pordenone?”. Il 54 per cento sceglie Pedicini, il 46 per cento Chiara Mio. Se in due sondaggi diversi, a due mesi di distanza, Pedicini sembra rimanere il “preferito”, le sue quotazioni sarebbero però in calo. A novembre, il campione di 260 pordenonesi (quindi non molto difforme da quello attuale), decretava come miglior candidato del centro destra Pedicini con il 43,1 per cento. Seguivano Elio De Anna con il 35,6, Franco Dal Mas con il 7,1 (in ripresa nel sondaggio di gennaio) e Valter Santarossa con il 5,4. La quota di chi non rispondeva era pari all’ 8,8 per cento.

Fonte: Il Messaggero Veneto, Sezione Cronaca, pag. II – pubblicato il 22 gennaio 2011

Municipio, Pedicini adesso prende il largo
di LORIS DEL FRATE

L’indagine sul clima pre elettorale per conquistare la poltrona più importante del Municipio di Pordenone darebbe Giuseppe Pedicini, assessore provinciale e consigliere comunale del Pdl, in fuga. In pratica secondo questa ultima rilevazione effettuata da una società trevigiana (vedi sopra le caratteristiche) Pedicini oltre ad avere i maggiori consensi a casa propria sbarcherebbe pure il “miglior” candidato del centrosinistra che sempre dalla stessa indagine risulterebbe essere Chiara Mio.

In pratica nello scontro finale tra i due Pedicini prenderebbe il 54% contro il 46% della Mio. Prima di arrivare a questo punto, però, l’indagine passa attraverso alcune fasi intermedie come il gradimento nel Pdl. In questa occasione sono tre i candidati scelti: Franco Dal Mas che si fermerebbe al 18.6%, Manlio Contento arrivato al 28 mentre Giuseppe Pedicini sarebbe al 39%. Il 14.4 non risponde. È singolare però che l’unico candidato ufficiale (almeno sulla carta), Elio De Anna, non sia stato testato.

Questi, invece, i risultati emersi per il centrosinistra dove sono stati misurati Gianni Zanolin 27.9%, Renzo Mazzer 29.7% e Chiara Mio 35.4%. Il 7% non risponde. Il naturale epilogo vede la sfida tra Pedicini e Mio, vinta dal primo con il 54%. Ci sono altri dati: 1*86.8% sa che a maggio di vota, l’81.7% ha già deciso lo schieramento da sostenere, mentre il 54.9 ha già scelto anche il sindaco che vuole. Alcune considerazioni. È la seconda volta che la Quaeris propone sondaggi sulla situazione elettorale di Pordenone e l’esito è sempre lo stesso: Pedicini vincente. Titolare della Quaeris è Giorgio De Candido che per la seconda volta è anche committente della rilevazione. Perché? «Perché – spiega – alla società interessa farsi conoscere e proporsi anche nella zona di Pordenone». I maligni, però, ritengono che ci possa essere uno zampino interessato.

L’altra sera, intanto, si è riunita l’assemblea di Vivo Pordenone dove sono stati esaminati i criteri per la lista e dove è stata ribadita l’alleanza con Fiume e Pd. Chieste, però, anche alcune garanzie, come chiarezza sui doppi tesseramenti (Civiche e Pd) e la necessità di sedersi a un tavolo dove confrontare insieme i nomi dei potenziali candidati.

Fonte: Il Gazzettino, Sezione Pordenone, pag. XI – pubblicato il 22 gennaio 2011

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.