Tel. 0422 600826 – Breda di Piave (TV) | SCOPRI CITTADINO SODDISFATTO

Top

Rifiuti e riciclo: l’opinione degli italiani

Rifiuti e riciclo: l’opinione degli italiani

La raccolta dei rifiuti, è questo il tema caldo di cui Quaeris ha voluto esplorare le opinioni degli italiani: è stato intervistato un campione di 602 italiani, che sono stati interrogati su alcuni degli aspetti focali di tale argomento.

Pensando alla problematica della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti, per il 51,1% degli intervistati l’aspetto più importante risulta essere la salvaguardia ed il rispetto dell’ambiente (riciclo e durata della discarica): sono femmine, under 24 anni ed over 65 anni ad essere maggiormente sensibili a tale aspetto. Un altro elemento, ritenuto importante dal 36,4% del campione, è quello relativo alla comodità di conferimento della spazzatura: maschi e 25 – 44 anni rimarcano maggiormente la salienza di ciò. A sorpresa, la diminuzione della tassa sui rifiuti risulta importante solo per il 12,5% degli intervistati.

Nell’esperienza di Quaeris in ambito dell’analisi della soddisfazione dei clienti per quanto riguarda i gestori del servizio di raccolta dei rifiuti, una questione cruciale risulta essere quella del calcolo della tassa dei rifiuti: in questo sondaggio ben il 56,0% del campione ritiene sia giusto pagare in base al numero di persone presenti nel nucleo famigliare. Di tale parere sono soprattutto i maschi, i 25 – 54 enni ed i residenti nel centro Italia. Il 38,2% degli intervistati sostiene che la tassa dovrebbe essere pagata in base all’effettiva produzione di rifiuti e a pensarla così sono soprattutto le femmine, gli under 24 anni, i residenti nel nord-ovest e nel sud. Solo il 5,8% ritiene giusto pagare in base alla superficie dell’abitazione.

Ma cosa convincerebbe gli intervistati a separare maggiormente i rifiuti prodotti? Al primo posto di questa particolare classifica vi sono gli incentivi finanziari (depositi, tariffe ridotte, etc.), con il 29,4% delle preferenze. Al secondo posto si colloca la disponibilità di maggiori e migliori modi di riciclare (25,2%), mentre al terzo posto si trova la rassicurazione che il rifiuto sia effettivamente riciclato. Seguono altri aspetti tra cui la disposizione di tariffe più alte se i rifiuti non vengono separati in modo appropriato (17,2%) e maggiori informazioni su modalità di separazione dei rifiuti (5,0%).

PdfScarica la presentazione dei risultati in pdf

 

GUARDA IL VIDEO IN CUI GIORGIO DE CARLO COMMENTA I RISULTATI DEL SONDAGGIO:

No Comments

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.