Consumi culturali e i Veneti

I consumi culturali rappresentano il nuovo tema del sondaggio di Quaeris, che esplora il rapporto tra essi e i Veneti per comprendere quali possano essere le evoluzioni e le leve forti di sviluppo di questo settore.

Quali sono i desiderata che hanno a riguardo degli eventi culturali? Frequentano le mostre ed i musei? E quali sono gli elementi che li convincerebbero ad aumentare la fruizione di tali eventi?

Le tipologie di evento che i Veneti vorrebbero fossero valorizzate sono le manifestazioni dedicate alla musica ed allo spettacolo, che sono importanti per il 65,4%: da questo punto di vista il territorio è ricettivo ed infatti l’estate 2012 sancisce il triveneto quale location ideale per chi vuole fruire di eventi di tale tipo (i molti concerti di artisti di alto calibro e le programmazioni di generi classici ne sono la testimonianza). Tra coloro che vorrebbero ancor più valorizzati tali eventi troviamo principalmente maschi, under 24 anni, 45 – 54 enni, residenti a Venezia e Verona e abitanti dei capoluoghi.

Risultano rilevanti e dovrebbero essere potenziati secondo i Veneti anche gli eventi culturali quali mostre e conferenze (51,4%, prediletti da femmine, 25 – 44 enni e vicentini), le manifestazioni dedicate ai prodotti tipici della zona (45,4%, preferite da femmine, 45 – 54enni e veronesi) e gli eventi sportivi (34,6%). Seguono a maggiore distanza manifestazioni dedicate agli anziani (15,3%), raduni di appassionati (12,9%) ed eventi dedicati ai bambini (12,3%).

Nel corso degli ultimi sei mesi il 27,4% degli intervistati ha effettuato visite culturali come ad esempio visite a musei, mostre, siti archeologici, ecc: tra questi è maggiore la percentuale di femmine, 25 – 34enni, residenti nei capoluoghi (forse anche perché agevolati dalla maggior presenza di tali eventi) e veronesi.

I frequentanti hanno visitato mostre, musei ecc soprattutto in altre province venete diverse dalla loro (42,0%, principalmente 45 – 54enni e vicentini) o nella loro stessa provincia di residenza (29,7%, principalmente 55-64enni e veneziani). Ben il 26,1% ha frequentato tali eventi all’estero: tra questi è maggiore la percentuale dei giovani, under 34 anni, trevigiani e residenti in provincia. Ma a quali condizioni i veneti effettuerebbero con maggiore frequenza una visita culturale nel loro territorio (provinciale / regionale)? Tre sono i principali fattori su cui si può far leva: l’abbinamento dei biglietti di ingresso con sconti/promozioni in ristoranti / bar / pizzerie (32,1%, principalmente 35 – 44enni, veneziani e residenti in provincia), l’organizzazione della trasferta (della gita) già predisposta (31,9%, principalmente 35 – 44enni, padovani e residenti nei capoluoghi) e l’abbinamento dei biglietti di ingresso con sconti/promozioni in alcuni esercizi commerciali (30,6%, maggiormente 45-54enni, veronesi, vicentini e residenti nei capoluoghi).

SCARICA IL REPORT CON DATI E GRAFICI DEL SONDAGGIO IN PDF [PDF]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.

Menu