Backstage: personaggi dietro le quinte

Backstage:personaggi dietro le quinte – Gli italiani preferiscono i comici protagonisti rispetto alle spalle. Ma sono sempre meglio le luci della ribalta? In realtà no, in quanto il 60% degli intervistati sostiene che la figura del gregario abbia ancora senso. Quaeris affronta così il tema dell’individualismo e dell’altruismo: cosa prevale? La risposta non è scontata.

In questo sondaggio Quaeris cerca di scoprire le opinioni degli italiani sulle figure delle spalle comiche e dei gregari, ossia di quei personaggi che rimangono dietro le quinte. È stato intervistato un campione rappresentativo di 200 italiani che hanno espresso opinioni interessanti a riguardo.

Per introdurre l’argomento, abbiamo chiesto ai nostri intervistati quali siano le coppie comiche che preferiscono: con il 12,0% svetta l’accoppiata Ficarra e Picone, che supera di poco altre coppie comiche come Fantozzi e Filini (11,4%), Ale e Franz (10,6%)e Bonolis e Laurenti (10,3%). Questi ultimi sono preferiti dalle donne, dai residenti nel Nordest e dagli over 55 anni, mentre Ficarra – Picone ed Ale – Franz conquistano gli under 34 anni. Nella fascia 35-54 anni invece prevale la preferenza per il duo Fantozzi – Filini.

Ma nelle coppie comiche, chi preferiscono: il protagonista o la spalla? C’è una leggera predilezione per il protagonista (48,0%), anche se la spalla si difende bene, a soli 8 punti percentuali di differenza (40%). I maschi e gli over 34 anni propendono per i protagonisti, mentre le spalle conquistano maggiormente gli over 65 anni.

Abbiamo poi chiesto ai nostri intervistati se preferiscano il motto “chi fa da sé fa per tre” o “l’unione fa la forza”: è l’individualismo a prevalere, anche se di pochi punti percentuali (50,4 contro 47,6%) rispetto al sostegno al gruppo. Il motto “chi fa da sé fa per tre” è maggiormente sostenuto da maschi ed under 34 anni, mentre gli over 55 anni sostengono che “l’unione fa la forza”.

Volendo testare l’opinione degli intervistati sull’altruismo, abbiamo chiesto loro cosa pensassero dell’affermazione: “Nella società di oggi conviene essere egoisti perché l’altruismo non è più un valore condiviso”. Ben il 92% condivide questa affermazione (molto od abbastanza): ciò conferma un pessimismo diffuso. Sono solo gli over 55 a sostenere maggiormente il valore dell’altruismo nella società.

Ma la figura del gregario, che si mette al servizio del gruppo e che è quindi rappresentativa dell’altruismo, ha ancora senso nella società di oggi? Il 60% risponde affermativamente: a sostenere l’importanza del gregario al giorno d’oggi sono soprattutto 35-44enni e 54-54enni, i quali danno forte valore alla capacità di mettersi al servizio degli altri.

PDF Sondaggio Quaeris_Backstage

GUARDA IL VIDEO IN CUI GIORGIO DE CARLO ESPONE I RISULTATI DELLA RICERCA:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.